In montagna il pericolo potrebbe essere sempre dietro l’angolo. E’ buona norma, per chi pratica lo sport della  montagna, avere sempre con se nel proprio zaino un kit di primo soccorso, utile per risolvere alcune piccole problematiche che potrebbero accadere,  per esempio: vesciche, escoriazioni, taglietti, distorsioni, ecc. Di eseguito elenchiamo alcuni dei materiali sanitari che potrebbero essere utili per organizzare un piccolo kit di primo soccorso “fai da te”. Ricordiamo che in commercio si possono trovare dei kit di primo soccorso (eventualmente da integrare in base alle proprie esigenze) già provvisti di tutto il materiale sanitario, contenuto all’interno di comode e pratiche borsette.

  • nastro di cerotto non elastico alto da 3 a 5 cm;kitprimosocc
  • salviette imbevute di disinfettante;
  • garze sterili di varie misure;
  • guanti sterili;
  • disinfettante (betadine);
  • cerotti medicati di varie misure;
  • cerotto e strisce adesive tipo “steril strip”;
  • 1 benda rigida e 2 bende elastiche (da 5 e da10 cm);
  • pastiglie per il mal di testa;
  • pastiglie per la nausea e il vomito;
  • pastiglie per diarrea;
  • antibiotico (per escursione di più giorni);
  • antistaminico;
  • antidolorifico;
  • collirio leggero per gli occhi;
  • telo termico;
  • forbicine;
  • laccio emostatico;
  • cerotti per vesciche (soprattutto per chi non è abituato ad i indossare gli scarponi e camminare a lungo);
  • crema per il sole (DA NON SOTTOVALUTARE…. IN MONTAGNA IL SOLE E’ PIU’ FORTE CHE AL MARE E I RAGGI UV POSSONO PROVOCARE DANNI AL NOSTRO ORGANISMO).

Chiunque abbia bisogno di medicine particolari deve ricordare di portarsele nel proprio kit.